CERTIFICAZIONE DI PERSONE
LE NOSTRE CERTIFICAZIONI

Certificazione di persone

Gli obiettivi del servizio sono: 

– Valutare e verificare  – attraverso un Organismo di Certificazione accreditato, sulla base di predefinite procedure – le caratteristiche, la qualità, la qualificazione e lo stato di individui secondo un prestabilito standard;

– attestare che il Valutatore Immobiliare compie la propria attività secondo standard di valutazione nazionali e internazionali e possiede i requisiti di conoscenza, abilità e competenza previsti dalla norma UNI 11558:2014;

– attestare che l’Amministratore di condominio compie la propria attività secondo codici e schemi regolamentati e possiede i requisiti di conoscenza, abilità e competenza previsti dalla norma UNI 10801:2016;

– attestare che l’Esperto BIM compie la propria attività secondo codici e schemi regolamentati e possiede i requisiti di conoscenza, abilità e competenza previsti dalla norma UNI 11337-7:2018.

CERTIFICATI NOTARIZZATI SU BLOCKCHAIN

Attraverso il processo di notarizzazione con Dedit, forniremo la sicurezza tecnologica della blockchain di Algorand a tutti i certificati emessi ai sensi della UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2012.

In questo modo ogni certificato potrà essere immediatamente verificabile e garantirà la provenienza dei dati in esso contenuti, che non potranno essere in alcun modo modificati o contraffatti.

Calendario esami

Scorri il calendario e trova le date degli esami per la certificazione di tuo interesse.

Legenda certificazioni:

ESPERTI BIM

BIM Specialist | BIM Coordinator | BIM Manager | CDE Manager

VALUTATORI IMMOBILIARI

Livello Base | Livello Avanzato

AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO

FAQ

Domande frequenti

La certificazione è un riconoscimento essenziale per i processi in cui la componente umana svolge un ruolo critico ai fini del raggiungimento di risultati “credibili”. Il Professionista certificato è garanzia di una formazione specifica integrata da esperienza professionale nel settore, comprovata professionalità e competenza, intesa come insieme di conoscenze, nonché di abilità e doti necessarie per lo sviluppo in maniera appropriata dei compiti assegnati. La certificazione viene rilasciata da un Organismo di Certificazione delle persone che valuta e verifica i requisiti di conoscenza, abilità e competenza secondo prestabilite norme di riferimento.

Per il Valutatore immobiliare certificato, un accrescimento in maniera considerevole delle potenzialità operative per accedere a differenti tipologie di Committenti sempre più orientati a richiedere il Professionista certificato, quali:

  • tribunali e soggetti del settore giudiziario per quanto attiene il contenzioso economico e le procedure esecutive che prevede espressamente il contenuto della relazione di stima e compiti dell’esperto;
  • enti pubblici ed altri soggetti necessitanti dell’attestazione dei valori da parte del C.T.U e C.T.P. con riferimento al contenzioso giudiziale ed a divisioni ereditarie e patrimoniali;
  • soggetti privati che intendono alienare o acquistare un immobile o un’azienda, ovvero conoscere il valore di un determinato asset immobiliare;
  • soggetti di varia natura coinvolti nei ricorsi in Commissione Tributaria;
  • fondi immobiliari e fondi d’investimento (fondi pensione, fondi opportunistici, ecc.);
  • imprese ai fini della quantificazione del valore degli asset per la redazione di bilanci;
  • banche e finanziatori (incluse le società di leasing) in funzione della valutazione degli immobili in garanzia delle esposizioni creditizie;
  • imprese (agricole, artigianali, commerciali, ecc.) in funzione della pianificazione delle scelte aziendali.

Per l’Amministratore di condominio certificato, l’obiettivo è certificare un professionista il quale – oltre ai requisiti di base previsti dalla sopra citata norma UNI 10801:2016 – possieda conoscenze ed abilità tali da affrontare la complessa sfida del mercato della manutenzione e dei servizi allo spazio ed alle persone, massimizzando l’efficienza e l’economicità del sistema edilizio attraverso un idoneo equilibrio tra esigenze individuali, strutturali proprie dell’immobile e proprie dell’ambiente circostante.

La certificazione di Valutatore immobiliare può essere rilasciata dagli Organismi di Certificazione del personale accreditati (Accredia) ai sensi della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2012, con riferimento ai Valutatori immobiliari secondo la norma UNI 11558:2014 e la relativa prassi di riferimento UNI/PdR 19:2016. Inarcheck possiede tale accreditamento da luglio 2015.

La certificazione di Amministratore di condominio può essere rilasciata dagli Organismi di Certificazione del personale accreditati (Accredia) ai sensi della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2012, con riferimento ai Valutatori immobiliari secondo la norma UNI 10801:2016. Inarcheck possiede tale accreditamento da luglio 2019.

Sono previsti due livelli di certificazione, individuati in base alle metodiche di stima normalmente applicate e riconosciute a livello nazionale e internazionale:

  • Valutatore immobiliare Livello Base (ICK/SC001 VIMCA) – Valutazione di immobili che comportano metodiche di stima per le quali è possibile calcolare il valore mediante il confronto di mercato (escluso i criteri applicabili alle stime di massa), la capitalizzazione diretta oppure il criterio del costo;
  • Valutatore immobiliare Livello Avanzato (ICK/SC002 VIPRO) – Valutazione di tutte le tipologie immobiliari utilizzando anche metodiche finanziarie complesse, quali capitalizzazione finanziaria e flusso di cassa scontato.

La certificazione di Valutatore immobiliare si consegue attraverso un esame scritto, diviso in due prove riferite ai contenuti del punto 5.2 della UNI 11558:2014, come descritte di seguito.

 

  • Prima prova scritta (durata 120 minuti) (prova a): – n° 20 domande con risposte chiuse di carattere generale, sugli argomenti indicati al punto 5.1 della UNI 11558, con tre risposte per ciascuna domanda (parte a.1); – n° 5 esercizi con risposte chiuse sostenute dall’evidenza del calcolo, su tematiche non trattate nel caso di studio (esame b), sugli argomenti indicati al punto 5.2 della UNI 11558:2014, con tre risposte per ciascuna domanda (parte a.2);
  • Seconda prova scritta (durata 120 minuti), specifica per il Livello Avanzato (prova b): – analisi e risoluzione di n° 1 un caso studio da elaborare con calcoli, predisposto in base ad una traccia che conduca a risultati univoci (tre risposte chiuse di cui una corretta).

La certificazione di amministratore di condominio si consegue attraverso un esame scritto e un esame orale, come descritti qui di seguito.

  • Un esame scritto (della durata di due ore) per la valutazione delle conoscenze, consistente in una prova scritta con quaranta (40) domande a risposta chiusa. Per ogni domanda vengono proposte almeno tre (3) risposte delle quali una (1) sola è corretta. Le domande sono formulate con riferimento alle attività di cui al punto 4 della norma UNI 10801:2016, riportate nel successivo capitolo 7 del presente schema.
  • Un esame orale per approfondire eventuali incertezze riscontrate nelle prove scritte, per approfondire il livello delle conoscenze acquisite dal candidato e per valutare le abilità trasversali (come per esempio gestione dei conflitti, mediazione e comunicazione). L’esame orale è costituito da almeno tre (3) domande.

Per i propri iscritti Cassa Geometri prevede l’erogazione di un contributo di 200,00€ quale contributo per la partecipazione all’esame

Il richiedente che intende partecipare all’esame deve:

  • effettuare il pagamento della quota di iscrizione al processo di certificazione
  • compilare con i propri dati la domanda di certificazione, il cui modello è disponibile sul sito internet, nell’area download documenti;
  • predisporre tutti gli allegati alla domanda di certificazione;
  • inviare la domanda di certificazione compilata e gli allegati via posta elettronica (certificazione@inarcheck.it);
  • effettuare il pagamento della fattura ricevuta;
  • attendere l’e-mail di comunicazione esito della valutazione della domanda da parte di Inarcheck (la domanda può essere accolta, sospesa o rifiutata, come esplicitato nel capitolo 4.2 del Regolamento generale dei servizi di certificazione di persone di Inarcheck);
  • effettuare le necessarie integrazioni qualora l’esito di valutazione della domanda sia “domanda sospesa”;
  • partecipare all’esame nella data prescelta.

No, la quota versata è dovuta quale correspettivo per la valutazione della domanda di partecipazione da parte del personale Inarcheck, indipendentemente dall’esito della valutazione stessa.

L’esame è solo scritto per i valutatori immobiliari.

L’esame è scritto e orale per gli amministratori di condominio.

L’esame scritto dura 4 ore per i valutatori immobiliari, 2 ore per gli amministratori di condominio.

Per i valutatori immobiliari, a ciascun candidato sono forniti 10 fogli di carta bianca numerati. A ciascun candidato è concessa la partecipazione all’esame con la sola seguente dotazione: una calcolatrice scientifica, una penna e il formulario fornito da Inarcheck. Non sono ammessi apparecchi elettronici di qualsiasi tipo.

Per gli amministratori di condominio, a ciascun candidato saranno forniti 10 fogli di carta bianca numerati. A ciascun candidato è concessa la partecipazione all’esame con la sola seguente dotazione: una calcolatrice scientifica, una penna e il Codice Civile o la Legge 220/2012. Non sono ammessi apparecchi elettronici di qualsiasi tipo.

Il candidato ha a disposizione due tentativi di esame. Nel caso il candidato non riesca a superare l’esame in due sessioni di esame, egli dovrà riaccedere al processo di certificazione.

Metti in moto la tua formazione. Inarcheck, a garanzia della qualità.

Hai bisogno di più informazioni? Scrivici, ti risponderemo presto.